Pubblicato da: juliette1804 | gennaio 30, 2008

Antologia

Sei voci femminili nella poesia europea contemporanea

A cura di Cristina Contilli

(book)

Stampa: €4.61

Scarica: FREE

Sei voci femminili nella poesia europea contemporanea: una proposta di antologia parziale e selettiva che comprende solo sei autrici i cui testi sono stati negli ultimi due anni tradotti in diverse lingue europee, dal francese al portoghese, dall’inglese al rumeno e al greco moderno.

LINK: http://www.lulu.com/content/1930147

CON UNA RIFLESSIONE SULLE ANTOLOGIE, PERCHE’ ANCHE I LAVORI FATTI CON LE MIGLIORI INTENZIONI HANNO I LORO LIMITI:

Esistono due tipi di antologie, la prima è quella che rappresenta il risultato di un concorso letterario (che poi spesso concorso non è, perchè tutti, o quasi tutti, gli autori che hanno inviato i testi, vengono inseriti), la seconda è quella dove c’è un curatore che prova a fare una selezione, scegliendo tra i poeti di una generazione, di una regione o di una città, oppure scegliendo un genere (poesia al femminile) o un tema specifico (l’eros, la diversità, la città, etc). Il problema è che, anche un lettore “professionale”, che riesce in un pomeriggio ad affrontare un paio di volumi di poesia, non può leggere tutto quello che viene attualmente pubblicato in Italia, allora o sceglie tra i poeti, pubblicati dalle grandi case editrici oppure sceglie tra quelli che conosce e che gli sembrano validi (con il rischio, però, che rapporti di amicizia, di collaborazione e persino di interesse reciproco influenzino il suo giudizio).
Perciò, siccome nessuno di noi è una macchina che divora libri, anche il curatore che parte da buone intenzioni si ritroverà alla fine in mano un volume che non lo soddisfa, se, invece, le sue intenzioni iniziali non erano così limpide, avrà forse accontentato amici e collaboratori, ma si sarà fatto qualche nemico tra gli esclusi e avrà comunque realizzato un volume parziale.
D’altra parte le antologie andavano di moda già in passato e anche nell’Ottocento ne venivano pubblicate diverse, da quelle a tema a quelle che raccoglievano tutti i poeti che vivevano nella stessa città o che si riconoscevano nella medesima corrente letteraria.
Sono, in fondo, un tentativo di fermare il flusso di quello che viene pubblicato, fornendone una panoramica in qualche modo statica…

Cristina

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: