Pubblicato da: juliette1804 | febbraio 15, 2008

Una riflessione…

Il mio problema è che posso spiegare ad una persona come si fa un’edizione critica di un epistolario oppure come si fanno le note per i testi di uno scrittore dell’800, ma non so spiegare a qualcuno come si debba scrivere una poesia… ogni volta che qualcuno mi chiede di fargli l’editing, comincio, spiegandogli la metrica, se vedo che fa versi di lunghezza troppo irregolare o sbilanciata, oppure gli spiego che non può mischiare termini da linguaggio parlato e termini della tradizione letteraria, se vedo che ci sono termini che stonano tra loro, a meno che non riesca ad armonizzarli bene, o ancora gli consiglio di provare a leggere i propri testi a voce alta, per sentirne la musicalità e regolare poi, sulla base delle pause che vuole dare,la punteggiatura, ma più di così spesso non riesco a fare, per cui non ho “allievi” e, se anche qualcuno si è sentito in passato o si sente ancora in questa condizione, io da una parte cerco sempre di rispettare e di non stravolgere la misura stilistica di ognuno, dall’altra tendo a regolarizzare i testi con i miei “consigli” e comunque lascio sempre tutti liberi di ascoltarli oppure no, di accogliere alcuni suggerimenti e di rifiutarne altri…
Cristina

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: