Pubblicato da: juliette1804 | novembre 5, 2010

Normativa relativa ai buoni lavoro… per tutti coloro che hanno bisogno delle mie prestazioni come grafico e traduttrice…

Distribuzione voucher tabaccai (Punto PEA)

E’ possibile acquistare e riscuotere i ‘buoni lavoro’ presso i tabaccai aderenti all’iniziativa.

In fase di avvio, questo servizio interesserà circa tremila tabaccai in tutto il territorio nazionale, che via via aumenteranno.

I rivenditori saranno individuabili tramite un’apposita vetrofania:

Di seguito, si indica il link per la ricerca tabaccai abilitati.

Attenzione: L’iniziativa è rivolta a tutti i committenti che gestiscono direttamente l’acquisto dei voucher, senza necessità di delega.

Notizie utili per l’utilizzo dei buoni lavoro acquistati in tabaccheria PEA (Punto Emissione Autorizzato)
Acquisto dei Buoni Lavoro

Il committente acquista i voucher presentando al tabaccaio abilitato la propria Tessera Sanitaria definitiva oppure il tesserino del codice fiscale rilasciato dall’Agenzia delle Entrate.
Per l’acquisto dei voucher (indipendentemente dal loro numero) è previsto il versamento della commissione di 1 euro al rivenditore autorizzato. E’ possibile acquistare in una sola operazione fino a 1.500 € di buoni lavoro

Modalità di comunicazione all’INPS

Prima dell’inizio della prestazione di lavoro il Committente deve comunicare il proprio codice fiscale, tipologia di committente/tipologia di attività, il dati del prestatore (nome, cognome, codice fiscale), il luogo di lavoro, la data d’inizio e fine della prestazione.
Questa comunicazione vale ai fini della dichiarazione di inizio prestazione all’INAIL.
Devono essere indicati i giorni/periodi di effettiva prestazione e non l’arco temporale in cui le prestazioni si collocano.

I committenti e i prestatori per le comunicazioni con l’ INPS possono utilizzare i seguenti canali:

1. Telefonare al Contact Center INPS-INAIL n. 803164
2. Collegarsi al sito http://www.inps.it e attivare la connessione alla pagina Lavoro Occasionale.
3. Andare in una sede INPS.

Il Committente per accedere deve indicare il proprio Codice Fiscale e come password il codice di controllo indicato sulla matrice (destinata al committente) dei buoni lavoro acquistati.
Il Prestatore per accedere deve indicare il proprio Codice Fiscale e come password il numero di un voucher che il Committente ha in precedenza consegnato (dopo aver comunicato i dati relativi alla prestazione).

N. B. L’operazione di comunicazione è necessaria per l’attivazione del buono lavoro, la riscossione da parte del prestatore e il corretto accredito dei contributi.

Il committente può comunicare all’INPS anche eventuali annullamenti o variazioni della prestazione relativamente ai prestatori, al periodo di inizio o fine prestazione o al luogo di svolgimento dell’attività.

• Se la modifica/annullamento viene richiesta prima del giorno comunicato quale inizio prestazione:
può essere effettuata da Internet, Contact Center, Sede INPS;
• Se la modifica/annullamento viene richiesta il giorno in cui avrebbe dovuto iniziare la prestazione:
può essere effettuata dal Contact Center, Sede INPS;
• Se la modifica/annullamento viene richiesta un giorno successivo a quello in cui avrebbe dovuto iniziare la prestazione:
può essere effettuata esclusivamente da una Sede INPS
I contatti con l’INPS consentono anche di:

a. Verificare se i propri dati sono registrati (da parte sia del Committente che
del Prestatore)

b. Verificare il numero di voucher a disposizione (se Committente) oppure da incassare
(se Prestatore)

c. Verificare quali prestazioni sono in corso, sia come Committente che come Prestatore

d. Annullare una precedente comunicazione di Inizio attività (da parte del Committente). Se l’annullamento è richiesto lo stesso giorno dell’inizio della prestazione, la comunicazione deve essere effettuata presso la sede INPS.

Riscossione dei Buoni Lavoro

E’ possibile riscuotere i Buoni lavoro entro 1 anno dal giorno dell’emissione.
I Buoni Lavoro sono riscuotibili presso tutti i rivenditori autorizzati dal secondo giorno successivo alla fine della prestazione di lavoro occasionale, per un importo massimo di 500 € per operazione di riscossione.
Il prestatore per riscuotere deve presentarsi con la propria Tessera Sanitaria definitiva o con il tesserino del codice fiscale rilasciato dall’Agenzia delle Entrate, per la verifica del Codice Fiscale.
Effettuato il pagamento viene rilasciata un ricevuta riepilogativa di tutti i voucher che sono stati pagati al prestatore.

Nei casi in cui il buono lavoro non risulti pagabile, il prestatore deve rivolgersi alla sede INPS.

Rimborso dei Buoni Lavoro

Se il Committente non utilizza i buoni lavoro acquistati, può chiedere il rimborso presso le sedi dell’INPS.

Furto o smarrimento

In caso di furto o smarrimento è necessario preliminarmente effettuare la denuncia alle autorità competenti.
Recandosi in una sede INPS con la denuncia, il committente e il prestatore possono segnalare il furto o lo smarrimento e ricevere assistenza.

Gli operatori del Contact Center o delle Sedi INPS assicureranno la necessaria assistenza.

LINK: http://www.inps.it/newportal/default.aspx?sID=%3b0%3b5481%3b6533%3b&lastMenu=6533&iMenu=1&iNodo=6533&p4=2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: